Prevenire e risolvere i dolori lombari e cervicali

Spesso la qualità della vita viene compromessa dai dolori alla schiena che colpiscono prevalentemente la zona lombare e quella cervicale. A volte questi dolori vengono sottovalutati e cerchiamo di sopportarli più a lungo possibile senza intervenire. Il nostro corpo reagisce a queste condizioni di dolore con “compensazioni antalgiche” (che non fanno sentire dolore), che ci permettono di continuare a vivere la nostra vita di tutti i giorni, anche se con qualche fastidio.Mal di schiena 3
Quando però il nostro corpo non riesce più a compensare, quando cioè l’anello debole della catena di compensi non riesce più ad adeguarsi alla nuova situazione, ecco che iniziano i dolori e … i problemi.
Spesso, in questa situazione “afisiologica”, ci viene detto che è tutto a posto, le radiografie non mostrano situazioni patologiche e sembra che l’unica alternativa al dolore siano gli antiinfiammatori e gli antidolorifici.
Ma c’è qualcosa che possiamo fare per risolvere questi problemi e soprattutto per prevenirli? Sicuramente si!
Innanzitutto diventa obiettivo primario rafforzare i muscoli stabilizzatori del bacino e della colonna vertebrale, quella parte del nostro corpo che in molte discipline viene chiamata “CORE” (nucleo).
Training funzionale 1I muscoli stabilizzatori si sviluppano lungo il tronco per tutta la sua lunghezza e rendono stabile la colonna vertebrale e il bacino. Quando il CORE è forte, una persona è in grado di sprigionare potenti movimenti sia con gli arti superiori sia con gli arti inferiori. Inoltre avere un CORE potente rende efficienti tutti i gruppi muscolari, che permettono di controllare i movimenti, ottimizzando l’esecuzione e l’efficienza del gesto atletico.
Per rafforzare il CORE bisogna creare le condizioni affinchè il nostro corpo si trovi destabilizzato e sia costretto a lavorare elaborando le diverse informazioni che gli arrivano dai recettori in modo integrato.
Questo può esseallenamento-in-sospensione 13re fatto con l’allenamento funzionale, che si basa sull’azione multi-planare e multi articolare del corpo attraverso metodologie di allenamento propriocettive e coordinative, potenzia il gesto atletico, lavora sul movimento ed interviene sulla globalità delle catene muscolare.
In questo modo si possono rafforzare i muscoli stabilizzatori del CORE, per controllare le variazioni di posizione del tronco nei confronti della pelvi, ottimizzare il controllo ed il trasferimento della forza e si possono prevenire gli infortuni a livello lombare, oltre che migliorare le proprie capacità atletiche.
Allenare i muscoli del CORE infatti previene numerose patologie, dal semplice mal di schiena a gravi squilibri posturali che possono provocare forti dolori e alla lunga dar luogo a importanti lesioni alla colonna. Il rafforzamento dei muscoli stabilizzatori porta a raggiungere un equilibrio di un sistema in cui tutti i singoli componenti interagiscono armonicamente fra loro procurando il benessere psicofisico al praticante.

Training funzionale 9

 

Chiudi il menu